Comprare casa ai tempi del web

Comprare Casa

Il periodo in cui si tentennava nel fare acquisti su internet è ormai lontano.
Anzi è sparito anche il blocco psichico di usare il web per acquisti importanti.
Il crollo che ha subito il mercato immobiliare negli anni scorsi non ha fermato la crescita dei portali web dedicati alla compravendita delle case.

Comprare Casa

I potenziali acquirenti sempre più spesso cercano casa su Internet.
Rispetto ai metodi tradizionali, cercare casa nel web da la possibilità di visionare un enorme quantità di annunci più comodamente da dove e quando si vuole.

Inoltre sul web è possibile visitare virtualmente le case.

Grazie a strumenti come foto, planimetrie, google maps e google street che permettono la visione dal satellite della strada e in alcuni casi addirittura visite virtuali si riesce a fare una selezione più puntuale delle visite da fare realmente alle case a cui si è maggiormente interessati. In questo modo, si può scegliere e visitare virtualmente qualsiasi tipo di immobile, che sia un appartamentino di pochi metri quadri o uno dei più prestigiosi casali in vendita in Toscana.

Prima con i metodi tradizionali anche per avere un idea sommaria delle case bisognava visitarle con tempi di ricerca che si allungavano di molto.

Come in tutti i settori la truffa può essere però dietro l’angolo.
Internet deve facilitare la prima fase di ricerca e selezione poi ci si dovrebbe affidare ad un agente immobiliare regolarmente iscritto all’albo, in particolare nella fase della transazione, per evitare spiacevoli sorprese.
Sui siti di annunci si trovano sia privati che agenzie immobiliari che propongono immobili in vendita, ma ci sono anche delle vere e proprie agenzie immobiliari virtuali.
Portali che permettono in totale autonomia la visione di centinaia di proposte e la selezione di quelle che piacciono di più. Poi al momento di effettuare la scelta finale e di concludere la compravendita si avrà la consulenza dell’agente immobiliare che è dietro al portale e che spesso ha costi di commissione più bassi rispetto agli agenti tradizionali.
Comprare casa ai tempi del web quindi offre la possibilità di visionare un offerta molto più ampia in meno tempo e con più comodita, incrementando la possibilità che la scelta finale, che va fatta comunque con la consulenza di personale competente, soddisfi maggiormente le proprie esigenze.

Passione Mountain Bike. Consigli per iniziare

Mountain Bike

Vuoi avvicinarti al mondo delle Mountain Bike, ma non sai come fare? Non preoccuparti, grazie a questi semplici passi potrai iniziare a sfidare la natura insieme alla tua fida bicicletta.

Mountain Bike

La scelta della tua compagna di avventure

Non si può praticare Mountain Biking senza avere gli giusti strumenti, primo tra tutti la bicicletta adatta.Il telaio è la prima cosa da scegliere, dato che molti non sanno che deve essere di dimensioni adeguate al proprio fisico. Di solito per questa scelta il personale di un buon negozio di biciclette saprà aiutarvi, così da scegliere in totale libertà una delle tante mountain bike usate in ottimo stato oppure un modello tutto nuovo.
Una volta scelto il telaio bisogna scegliere il modello adatto ai percorsi che si vogliono affrontare:
le mountain bike “rigide” sono adatte a terreni meno difficili e grazie alla loro semplicità sono le più semplici da utilizzare. Esistono poi le così dette HardTail, che hanno l’aggiunta della sospensione anteriore, rendendole più adatte a terreni di media difficoltà. Ci sono poi le Bi-Ammortizzate che possiedono sospensione anteriore e posteriore e sono ideate per tutti i tipi di terreni, ma hanno bisogno di una mano più esperta per poter essere sfruttate al meglio.

L’attrezzatura

Quando ci si avventura nella natura, soprattutto in Mountain Bike, c’è bisogno di proteggersi in modo adeguato. Procuratevi quindi un casco omologato adatto all’offroad e un buon kit di protezioni, con guanti, ginocchiere, gomitiere e parastinchi. Portate sempre con voi acqua, kit di riparazione per bici, attrezzi, kit di primo soccorso e un buon telefono cellulare. Nella natura bisogna sempre essere preparati ad ogni imprevisto e prevenire è meglio che curare.

L’allenamento

Prima di iniziare a lanciarti con la tua bici nella natura avrai bisogno di una buona preparazione fisica. Inizia gradualmente percorrendo pochi kilometri in bici, anche su strada alternando passo lento e veloce, in modo tale che il tuo fisico si adegui allo sforzo richiesto.
Ceca di non esagerare e procedi il più lentamente possibile con l’allenamento: troppo sforzo può causare danni ai muscoli.

Una volta pronto, sia fisicamente che materialmente, potrai immergerti nella natura con la tua fida Mountain Bike.

Firenze. Breve guida a Firenze

Firenze centro

La Toscana ha un cuore che pulsa sin dal medioevo, un cuore che è Firenze, gemma cittadina incastonata in una regione che per la sua bellezza globale, paesaggistica, monumentale e storica, ha poche rivali nel mondo.

Firenze centro

Passeggiando nelle strade di Firenze il turista può respirare l’atmosfera del Rinascimento italiano, l’epopea di una casata nobiliare, ovviamente i medici, che ha determinato una piccola rivoluzione artistica e culturale nel mondo.
Firenze rappresenta l’italia nel mondo al pari di Roma e Venezia, un trittico invidiato al nostro paese da milioni di turisti che ogni anno atterrano nei maggiori aeroporti italiani alla ricerca di quel fascino unico che pochi altri Paesi possono vantare.

Ovviamente un periodo di vacanza in un hotel Firenze centro non può non prevedere le maggiori attrazioni monumentali della città e, dovessimo scegliere un simbolo rappresentativo, il Battistero è forse il biglietto da visita perfetto per mostrare al turista un concentrato stilistico e architettonico di bellezza rappresentativa della città ma anche di tutto il Belpaese.

La storia del Battistero nasce durante l’era paleocristiana e proprio sui resti di antichi siti di culto fu costruito agli albori del primo millennio (è il monumento più antico della città) di cui ne fu Duomo sino al 1128.
Di fronte al Battistero il Duomo, il quale fu successivamente costruito ed al cui fianco s’innalza il meraviglioso Campanile di Giotto, ideato nella prima metà del 1300 dal grande artista, uno degli emblemi nazionali del gotico-fiorentino, uno stile architettonico inimitabile. Nella stessa giornata di visita è possibile anche visitare il Museo dell’Opera del Duomo, un concentrato d’arte pittorica e statuaria con pochi rivali al mondo. All’interno sono esposte opere originali di Donatello e Nanni di Bartolo, ma sarà sicuramente il ‘Mosè’ di Donatello ad attrarre il visitatore così come in Parigi ‘La Gioconda’ calamita l’attenzione.

La Firenze religiosa è sicuramente la maggior attrazione culturale della città: in quel gioco di sacro e profano tipico, tra trascendenze mistiche e giochi di potere, l’arte sacra fiorentina si esprime al massimo in alcune di esse come la Chiesa di San Lorenzo e la Chiesa di Santa Croce.

Ovviamente, sempre rimanendo tra le attrazioni rivolte all’arte, la Galleria degli Uffizi, e il relativo Giardino di Boboli, sono un altro ‘must-have’ durante una visita, così come lo spettacolare Ponte Vecchio, un cuore che pulsa affacciato sull’Arno che scorre gentile al sotto di esso.

Caratteristiche necessarie per un rullo gommato per nastri trasportatori efficiente

Il nastro trasportatore è un tappeto atto a trasportare oggetti di varia natura. Il vantaggio rispetto ad altri mezzi di trasporto è che non è necessaria una stretta sorveglianza, può trasportare oggetti molto pesanti e il consumo energetico è decisamente esiguo. Per fare in modo che il tappeto si muova sono necessari, oltre ad una serie di ingranaggi, dei rulli. Questi rulli sono gommati all’esterno e devono rispettare alcune caratteristiche affinché il nastro trasportatore risulti efficiente. Rulli gommati di scarsa qualità tendono ad incagliare il meccanismo e a non far scivolare bene il tappeto. Trattandosi soprattutto di strumenti adibiti alla produzione industriale, un ritardo del meccanismo può risultare molto dannoso dal punto di vista economico. Inoltre, all’interno di una catena di montaggio, soprattutto se non c’è sorveglianza, se un nastro si blocca, quello successivo continua a lavorare creando un disastro di grande portata.

Come sono fatti i rulli in gomma per tappeti trasportatori

Esistono diversi tipi di rulli gommati per tappeti trasportatori che differiscono essenzialmente per il tipo di materiale con il quale sono realizzati. I due tipi principali prevedono la parte interna realizzata in ferro oppure in alluminio. L’anima del rullo viene quindi rivestita di gomma per permettere lo scivolamento del tappeto. Per funzionare in maniera ottimale, il rullo gommato deve rispettare alcuni livelli di qualità e la ditta produttrice deve aver ottenuto le dovute certificazioni che assicurano l’utilizzo di materie prime di alto livello e di processi produttivi ecosostenibili e sicuri.

Caratteristiche che deve avere un rullo gommato

Ci sono alcuni parametri da rispettare per fare in modo che il rullo gommato per nastri trasportatori sia efficiente. Le caratteristiche fondamentali da rispettare sono: durata, durezza, resistenza delle componenti chimiche, resistenza ad abrasioni e calore e stabilità dimensionale. Per mantenere alte le prestazioni, è necessario stare sempre al passo con il progresso tecnologico o con la creazione di materiali sempre più performanti. Inoltre, una ditta impegnata nella produzione di rulli gommati deve provvedere alla produzione precisa e accurata di ogni singola parte del rullo e procedere sempre con un test finale per verificarne le capacità.

Durezza e resistenza ai composti chimici

Sono queste le due caratteristiche principali che un rullo gommato deve avere. La prima la si ottiene scegliendo materiali di ottima qualità e abbastanza robusti, in modo da rendere i rulli capaci di affrontare anche situazioni complicate e impreviste. La resistenza, invece, è necessaria nel caso in cui ci sia intrusione di prodotti chimici che possono andare a danneggiare le varie componenti.

Stabilità dimensionale, abrasioni, calore e durata

I rulli gommati per nastri trasportatori vanno realizzati in maniera accurata in ogni loro parte in modo che il prodotto finale mantenga intatta la sua forma e la sua consistenza anche con il passare del tempo e anche se a contatto con una temperatura più elevata. Ovviamente non esiste un rullo gommato in grado di durare in eterno, ma è fondamentale trovare quello in grado di ritardare il più possibile i problemi dovuti ad usura e calore.

Altre caratteristiche da prendere in considerazione

Oltre alle resistenze dai fattori esterni già nominate, è bene che il rullo sia resistente anche agli agenti atmosferici e da grassi e oli, siano questi di natura animale o vegetale. Inoltre, il rullo gommato deve essere atossico in ogni sua parte, rispettando le norme vigenti in termini di ambiente e salute pubblica. L’anti-adesività impedisce ad altri materiali di aderire alla gomma e il grip (vale a dire la tenuta) deve essere massima in ogni punto.

Naxt.it, cultura digitale nel nuovo news blog di UpGo.it

Naxt.it Cultura Digitale

E’ nato poche ore fa Naxt.it, nuovo media online del network UpGo.it. Naxt.it si affianca ed estende l’ esperienza di successo di UpGo.news, il news blog quotidiano dedicato al tech e ai nuovi media, che dal mese di novembre, è esploso in termini di crescita e visibilità, affermandosi come autorevole fonte Google News nel settore. A gennaio, all’ offerta di informazioni, approfondimenti, recensioni e interviste di UpGo.news si aggiunge Naxt.it, tutto dedicato alla cultura digitale. [Read more…]

La nostra informazione quotidiana, su UpGo.news

News blog tecnologia

L’ informazione quotidiana su tecnologia, nuovi media, tendenze dalla rete, telefonia e tv online. A novembre 2016 è nato il nuovo UpGo.news. Dopo un anno di fase beta il news blog edito da UpGo.it – orangewebstudio lancia la propria versione quotidiana. Un progetto ambizioso rafforzato dalla presenza su GoogleNews, il programma Google dedicato ai migliori siti d’ informazione di tutto il mondo. [Read more…]

Call Center. Tra truffe e opportunità

Call Center opportunità

E’ forse il più nebuloso mercato del nostro Paese. Stiamo parlando di quello dei call center, luoghi oggi importanti di lavoro occasionale, soprattutto per i più giovani, opportunità per clienti ed aziende ma anche posti di lavoro dal trattamento massacrante. Insomma, pochi anni fa fu Virzì a raccontare magistralmente questo mondo misterioso. [Read more…]

Capelli alla moda, le tendenze del momento

Caschetto Bellezza

Prima dell’arrivo delle festività, è sempre consigliato fare un salto dal parrucchiere per dare una sistemata ai vostri capelli. Le mode in questo settore spesso sono lanciate dai vip, che poi di conseguenza possono arrivare fino al salone sotto casa. Ma quali sono le mode del momento per questo inverno 2016, andiamo a scoprirle? [Read more…]